Le nostre case history

Il nostro obiettivo è quello di raccontare, mediante una serie di case history, alcune esperienze di successo di aziende italiane sia prendendo spunto dall’attualità sia da imprese che hanno saputo operare in sinergia con i professionisti del nostro Studio per raggiungere i propri obiettivi di business.

Il professionista, soprattutto se inserito in un team in cui alle competenze strategico-organizzative si affianchino competenze economico-giuridiche, può assistere gli amministratori, apportando competenze ed esperienze maturate nella sua storia professionale.

IQUII: Non siamo una startup, siamo una società di consulenza
, , ,

IQUII: Non siamo una startup, siamo una società di consulenza

/
IQUII: Non siamo una startup, siamo una società di consulenza   "C’è…
concordato preventivo
, , , ,

Quella particolare soddisfazione nel vedere omologato un concordato

/
Quella particolare soddisfazione nel vedere omologato un concordato Quella…

Il professionista deve godere della fiducia di amministratori e soci. Ciò, chiaramente, è funzione non solo del livello di competenza tecnica del professionista ma anche dell’indipendenza di giudizio e della capacità effettiva di poter contribuire alla definizione ed all’implementazione della strategia, oltre che alla risoluzione dei problemi quotidiani dell’impresa.

Un simile ruolo richiede uno stretto contatto con le persone che operano nell’impresa e spesso della famiglia ed è quindi necessaria una condivisione dei valori di fondo e di orientamenti.

La capacità di ascolto reciproco e la disponibilità a mettere in discussione le proprie convinzioni sono elementi imprescindibili.

La continuità di un’impresa familiare richiede, soprattutto nel caso di Pmi, il presidio di una pluralità di aspetti societari, patrimoniali, strategici, organizzativi e psicologici che richiedono non solo la massima cura e coinvolgimento da parte di amministratori e soci, ma anche di professionisti esperti.