Pianificare il passaggio generazionale

Tra le grandi sfide che si trova ad affrontare l’impresa familiare quella relativa al passaggio generazionale appare, per diffusione e criticità, di grande rilevanza. Per garantire la competitività dell’impresa è necessario pianificare per tempo e in modo strategico il passaggio di consegne tra l’imprenditore e l’erede, valutandone con attenzione i principali rischi e le potenziali opportunità.

Passaggio generazionale pmiIl passaggio generazionale è un processo pluriennale in cui entrano in gioco numerosi fattori: fiscali, amministrativi, giuridici. Non andranno poi sottovalutati i rapporti psicologici tra le persone coinvolte che vedranno sovrapporsi la realtà familiare con quella aziendale.

Ciò vale sia in presenza di figli desiderosi ed in grado di raccogliere il testimone, sia quando i fondatori intendono garantire la continuità dell’azienda pur in mancanza di eredi, sia quando sono presenti in azienda familiari della seconda o terza generazione.

L‘ingresso delle nuove generazioni, così come l’ingresso di nuovi soci, richiede  un’attenta  valutazione  delle  opzioni e degli strumenti a disposizione per agevolare l’inserimento e l’assunzione di responsabilità.  

Gli  aspetti  legali  e  fiscali del passaggio generazionale 

Nel passaggio generazionale il nostro Studio analizza con attenzione tutti  gli  aspetti  legali  e  fiscali  connessi  alla revisione dell’assetto proprietario e l’eventuale  utilizzo  della  leva  finanziaria,  perché  sempre più spesso il momento del passaggio generazionale coincide con la ridefinizione della strategia aziendale.

Il processo per governare il passaggio generazionale deve esser pianificato e strutturato in maniera preventiva seguendo quelle che ben possiamo definire le regole per il passaggio generazionale nelle imprese familiari.

Aiutiamo le imprese a governare la transizione delle generazioni di imprenditori:

  • Identificando e misurando potenziali ed attitudini;
  • Preparando ed affiancando i figli o futuri eredi al momento dell’ingresso nel Consiglio di Famiglia e nella progressiva consapevolezza della composizione del patrimonio di famiglia;
  • Strutturando i supporti giuridici più efficienti per garantire il passaggio generazionale.

Il nostro ordinamento mette a disposizione dell’imprenditore diversi strumenti utili a pianificare la successione e a garantire la continuità aziendale. In particolare con la legge n. 55 del 14 febbraio 2006 e successive modificazioni, il legislatore ha introdotto nel nostro ordinamento giuridico l’istituto del “patto di famiglia” che consente al titolare dell’impresa di anticipare il momento del trasferimento dell’azienda o delle partecipazioni sociali ai discendenti o al discendente che si reputi più adatto alla gestione dell’impresa.