Growth Ridisegnare l'impresa per governare la crescita (appunti per un corso di settembre 2024 - Sole24Ore Formazione)

Growth

Growth

Ridisegnare l’impresa per governare la crescita

Adottando una mentalità da startup, le PMI possono non solo tornare a crescere ma anche imparare a governare la crescita. Attraverso una revisione continua del modello di business, la ridefinizione della dimensione organizzativa, la preparazione a scenari imprevedibili, l’enfasi sulla cultura e la qualità del dato, e la costruzione di team e advisory board competenti, le imprese possono navigare con successo un panorama economico in continua evoluzione.

Come in un ideale zibaldone condivido qualche appunto sul futuro corso che il prossimo ottobre coordinerò per ilSole24Ore Formazione. Gli argomenti sono ancora da definirsi ma ruoteranno intorno ad alcuni concetti che ho provato a sintetizzare. Sono davvero entusiasta della faculty (per i più curiosi..) che sono certo garantirà ai partecipanti non solo competenze ma anche un’analisi arricchita da punti di vista estremamente differenti. 

Faculty

Giulio Buciuni, Professore Associato in Entrepreneurship & Innovation presso il Trinity College di Dublino, dove è direttore del Master in Entrepreneurship. Le sue aree di ricerca scientifica si concentrano sullo sviluppo degli ecosistemi imprenditoriali e sulla geografia dell’innovazione, con un focus specifico sulla distribuzione spaziale delle imprese innovative.

Marco Fasan, Professore ordinario di Economia aziendale nell’Università Ca’ Foscari. Le sue aree di ricerca scientifica riguardano corporate governance, forensic accounting e sostenibilità. E’ amministratore non esecutivo in società non quotate.

Danilo Mazzara, Strategy Advisor I Growth & Innovation Expert. Responsabile del comitato di valutazione del Premio 2031

Andrea Arrigo Panato Coordinatore – Valuation & Corporate Advisory | Board Member | Docente presso Università, Business School e Scuole di Alta Formazione (SAF).

Ripensare il Futuro delle PMI. Un Approccio da Startup per Tornare a Crescere Share on X Growth, Ridisegnare l'impresa per governare la crescita (appunti per un corso di ottobre 2024 - Sole24Ore Formazione) Share on X

 

1. Ripensare il Modello di Business: L’Importanza dell’Analisi Fondamentale

Le piccole e medie imprese (PMI) devono tornare a pensare come startup. Questo significa mettere in discussione il proprio modello di business e analizzare attentamente il settore in cui operano, nonché quelli contigui, da cui spesso emergono innovazioni cruciali. L’analisi fondamentale diventa così una pratica essenziale per comprendere le dinamiche del mercato, identificare opportunità e minacce, e adattarsi proattivamente ai cambiamenti.

Passi per l’Analisi Fondamentale:

  1. Valutazione del Settore: Analizzare le tendenze e le dinamiche del settore, inclusi i fattori economici, tecnologici e regolamentari.
  2. Esposizione ai Settori Contigui: Monitorare innovazioni e pratiche emergenti in settori affini.
  3. Valutazione Interna: Analizzare le risorse, le capacità e le competenze interne per identificare aree di miglioramento.
  4. Sviluppo di Hypotesis di Scenario: Creare scenari di evoluzione del settore per pianificare strategie a lungo termine.

2. Ripensare la Dimensione Minima per Competere

In uno scenario altamente dinamico, le PMI devono riflettere sulla necessità di crescere non solo dimensionalmente ma anche culturalmente. Adattare il modello di business comporta una revisione dell’organizzazione interna per garantire competitività e resilienza.

Fattori Chiave per la Crescita:

  1. Scalabilità: Strutturare l’impresa per supportare una crescita scalabile.
  2. Diversificazione: Espandere il portafoglio prodotti/servizi per mitigare i rischi.
  3. Investimenti in Tecnologia: Adottare nuove tecnologie per migliorare l’efficienza e l’innovazione.
  4. Formazione e Sviluppo: Investire nel capitale umano per promuovere una cultura aziendale dinamica e innovativa.

3. Prepararsi a Scenari Imprevedibili

In un mondo in cui gli scenari sono sempre più imprevedibili, pianificare diventa una sfida complessa. Le imprese devono imparare a prepararsi per affrontare una varietà di scenari. Questo richiede di dotarsi di asset (spesso immateriali) utili a fronteggiare l’imprevisto, come una solida base finanziaria, una supply chain flessibile e una cultura aziendale resiliente. Le PMI devono sviluppare la capacità di adattarsi rapidamente ai cambiamenti del mercato e di sfruttare le opportunità emergenti. La pianificazione strategica deve essere dinamica e basata su dati concreti e aggiornati.

Strategie di Preparazione:

  1. Scenario Planning: Creare piani per diversi scenari futuri e valutare le implicazioni per l’azienda.
  2. Risk Management: Implementare un sistema di gestione del rischio che identifichi, analizzi e mitighi i rischi.
  3. Flessibilità Operativa: Mantenere una struttura operativa flessibile per adattarsi rapidamente ai cambiamenti.
  4. Resilienza Finanziaria: Costruire riserve finanziarie per gestire crisi e opportunità inaspettate.

4. La Cultura e la Qualità del Dato al Centro

Mettere al centro la cultura aziendale e la qualità del dato è cruciale per il successo a lungo termine. Una cultura aziendale solida promuove l’innovazione e la collaborazione, mentre dati di alta qualità permettono decisioni informate e strategiche.

Miglioramento della Cultura e della Qualità del Dato:

  1. Data Governance: Implementare politiche e procedure per garantire la qualità, l’integrità e la sicurezza dei dati.
  2. Cultura della Trasparenza: Promuovere la trasparenza e la comunicazione aperta all’interno dell’organizzazione.
  3. Formazione Continua: Fornire formazione continua ai dipendenti per sviluppare competenze in data analytics e altre aree strategiche.
  4. Utilizzo dei Dati per l’Innovazione: Sfruttare i dati per identificare nuove opportunità di mercato e migliorare i processi aziendali.

5. Costruire un Team Qualificato e un Advisory Board Competente

L’imprenditore non può essere solo; deve costruire un team qualificato con competenze variegate e affiancarsi a un advisory board competente. Un team diversificato apporta diverse prospettive e competenze, mentre un advisory board può fornire consulenza strategica e networking.

Elementi di un Team di Successo:

  1. Diversità di Competenze: Assicurare una varietà di competenze tecniche e manageriali all’interno del team.
  2. Collaborazione: Promuovere un ambiente di lavoro collaborativo e inclusivo.
  3. Mentorship e Supporto: Fornire opportunità di mentorship e supporto continuo ai membri del team.
  4. Advisory Board: Selezionare membri dell’advisory board con esperienza e competenze specifiche rilevanti per il settore e gli obiettivi aziendali.

Tabella Riepilogativa

Strategia Azioni Chiave
Ripensare il Modello di Business Valutazione del settore, esposizione ai settori contigui, valutazione interna, sviluppo di scenari
Ripensare la Dimensione Minima Scalabilità, diversificazione, investimenti in tecnologia, formazione e sviluppo
Prepararsi a Scenari Imprevedibili Costruzione di asset (spesso immateriali ma non solo), scenario planning, risk management, flessibilità operativa, resilienza finanziaria
Cultura e Qualità del Dato Data governance, cultura della trasparenza, formazione continua, utilizzo dei dati per l’innovazione
Costruire un Team Qualificato Diversità di competenze, collaborazione, mentorship e supporto, advisory board