Articoli

Adeguato assetto organizzativo e responsabilità degli amministratori

Adeguato assetto organizzativo e responsabilità degli amministratori

La Fondazione Nazionale Commercialisti ha da poco pubblicato il documento di ricerca “Compiti e responsabilità degli amministratori privi di delega“. Il documento  oltre ad evidenziare le rilevanti novità che andranno a condizionare l’attività degli amministratori quando il Codice della crisi sarà vigente, ha rappresentato l’occasione per meditare in ordine ai rapporti tra organi delegati e amministratori privi di deleghe di società non quotate e non soggette a regimi di vigilanza.

Adeguato assetto organizzativo, amministrativo e contabile

L’art. 2086 c.c., come modificato dall’art. 375 del Codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza, dal 16 marzo 2019 sancisce la regola in base alla quale tutti gli imprenditori che operano in forma societaria o collettiva hanno il dovere di istituire un assetto organizzativo, amministrativo e contabile adeguato alla natura e alle dimensioni dell’impresa, anche in funzione della rilevazione tempestiva della crisi dell’impresa e della perdita della continuità aziendale, nonché di attivarsi senza indugio per l’adozione e l’attuazione di uno degli strumenti previsti dall’ordinamento per il superamento della crisi e il recupero della continuità aziendale.

Responsabilità degli amministratori

Alla luce di tanto, si è ritenuto opportuno dedicare alcune riflessioni sulle interferenze tra la novellata disciplina di cui all’art. 2086 c.c. e quanto già previsto negli artt. 2381 e 2392 c.c. in ordine al dovere di agire in modo informato e all’obbligo di intervenire, per impedire fatti di gestione pregiudizievoli o eliminarne o attenuarne le conseguenze dannose che potrebbero derivarne, ricadente sugli amministratori; e ciò con l’intenzione di fornire alcuni suggerimenti per tradurre in concreta applicazione i doveri di iniziativa e di intervento degli amministratori privi di deleghe, in funzione di una corretta gestione societaria e imprenditoriale.

Il ruolo proattivo di tutti i componenti del consiglio di amministrazione, che è di effettivo supporto agli organi delegati per realizzare i menzionati obiettivi, assume nell’attuale momento della pandemia da Covid-19, un valore insopprimibile per il governo della società e per la tutela degli interessi degli stakeholder.

Per approfondire

Documento di ricerca: “Compiti e responsabilità degli amministratori privi di delega