Articoli

Gli incentivi per il lavoro

Gli incentivi per il lavoro

In questi mesi, lavorando sulla pianificazione di impresa, diventa necessario approfondire i temi giuslavoristici: dalla cassa integrazione ai nuovi incentivi per il lavoro. Riteniamo quindi utile condividere con gli imprenditori questo approfondimento della Fondazione Studi Consulenti del Lavoro anche al fine di un confronto informato con i clienti di Studio Panato.

Decreto “Agosto”: gli incentivi per il lavoro

L’approfondimento del 14 ottobre 2020 della Fondazione Studi Consulenti del Lavoro analizza tutti gli incentivi e i sostegni previsti dal decreto anche alla luce della prevista procedura di autorizzazione della Commissione europea e in attesa delle indicazioni operative dell’Inps e del DPCM, da emanare entro il prossimo 30 novembre, che dovrà contenere modalità e indicatori per l’introduzione della “decontribuzione Sud”.

Il D.L. 14 agosto 2020, n. 104, convertito dalla legge 13 ottobre 2020, n. 126, ha previsto alcuni incentivi in materia di lavoro al fine di fronteggiare l’emergenza epidemiologica.

  • Due di essi sono stati introdotti al fine di ridurre il costo del lavoro dei dipendenti già in forza presso i datori di lavoro per sostenere la prosecuzione delle attività e mantenere i livelli occupazionali.
  • Altri incentivi, invece, riguardano le nuove assunzioni effettuate nel 2020, a decorrere dall’entrata in vigore del decreto, come ad esempio quello previsto in favore di tutti i datori di lavoro nel caso di assunzioni a tempo indeterminato o trasformazioni di contratti da tempo determinato in rapporti di lavoro stabili. Incentivo che si applica anche in caso di assunzioni a tempo determinato o con contratto di lavoro stagionale, nel settore turistico e degli stabilimenti termali.

Autorizzazioni e indicazioni operative INPS

Tutti gli incentivi, con esclusione di quello previsto dall’articolo 6 del decreto, prevedono un’autorizzazione della Commissione europea. Il 7
ottobre scorso, quest’ultima ha comunicato di aver autorizzato l’incentivo “Decontribuzione Sud”, previsto, come citato, dall’articolo 27 del decreto “Agosto”.
Sia l’esonero totale sulle nuove assunzioni, di cui all’articolo 6, che quello parziale per le aree svantaggiate, regolato dall’articolo 27, sono allo stato attuale non utilizzabili, in attesa delle indicazioni operative dell’Inps.

Per approfondire

Decreto “Agosto”, gli incentivi per il lavoro: scarica l’approfondimento del 14 ottobre 2020 della Fondazione Studi Consulenti del Lavoro