Milano non si ferma (ma con responsabilità)

Milano non si ferma (ma con responsabilità)

Milano non si ferma (ma con responsabilità)

I suggerimenti del Ministero della Salute e qualcuno in più

 

Il nostro Studio è regolarmente aperto e funzionante. Monitoriamo l’evolversi della situazione, attenendoci alle indicazioni che arrivano dalle istituzioni competenti. Abbiamo aumentato un pò il lavoro da casa (chiamarlo smartworking è troppo o forse troppo poco essendo già noi abituati in qualche modo essendo in gran parte professionisti) e ridotto incontri e riunioni utilizzando maggiormente la videoconferenza.

Abbiamo deciso di raccogliere qui ad uso nostro, dei nostri collaboratori e dei nostri clienti le linee guida del ministero della salute e di raccogliere alcune iniziative messe in campo da alcuni amici per affrontare al meglio questo periodo che immaginiamo durerà almeno per i prossimi tre mesi.

Crediamo che definire l’orizzonte temporale e poche ma chiare procedure possa aiutare anche le imprese di minori dimensioni ad affrontare con responsabilità e consapevolezza il percorso che ci porterà a ripartire.

Le raccomandazioni del Ministero della Salute per la prevenzione

Riportiamo qui i poster del Ministero, contenenti i principali accorgimenti, che suggeriamo di diffondere ed applicare scrupolosamente:

Vi suggeriamo inoltre di visionare le “Domande e risposte” alla pagina del Ministero

Numeri dedicati

Le Regioni hanno attivato numeri dedicati per rispondere alle richieste di informazioni e sulle misure urgenti per il contenimento e la gestione del contagio, riportiamo quelli delle regioni in cui principalmente operiamo:

  • Lombardia: 800 89 45 45
  • Emilia-Romagna: 800 033 033
  • Veneto: 800 462 340
  • Piemonte: 800 19 20 20

Attivo anche il numero di pubblica utilità 1500 del Ministero della Salute.

Contattare il 112 oppure il 118 soltanto se strettamente necessario.

La nostra raccolta di raccomandazioni per la gestione delle imprese

Abbiamo voluto inoltre raccogliere da alcune fonti autorevoli analisi di scenari e suggerimenti operativi per la gestione delle imprese. Siamo ovviamente a disposizione dei nostri clienti per ogni ulteriore approfondimento. Questi vogliono essere solo spunti operativi.

  • La nota inviata dal fondo Sequoia agli amministratori delle società partecipate

Questa la nota che Sequoia ha inviato ai fondatori e agli amministratori delegati delle proprie società partecipate per fornire indicazioni su come garantire il loro business, affrontando al contempo le potenziali conseguenze commerciali degli effetti di diffusione del coronavirus.

Nota: Coronavirus: The Black Swan of 2020

  • McKinsey: COVID-19, le implicazioni per le imprese

Questo articolo ha lo scopo di fornire ai leader aziendali una prospettiva sull’evolversi della situazione e delle implicazioni per le loro aziende.

Articolo: COVID-19, le implicazioni per le imprese

  • Tre azioni concrete per fare impresa, pensando al futuro

Avere una forte attenzione alla riduzione di costi immediata. Trasformare i costi in investimenti. Condividere le best practice. Sono i concetti fondamentali per trasformare questa emergenza in un laboratorio per trasformare le imprese, lavorando strategicamente sul lungo periodo

Articolo della nostra rubrica Restartup su Economyup

Alcuni strumenti ed iniziative interessanti per la scuola e lo smart working

  • Smart working: come fare? Un aiuto dal “kit del progetto VeLA” ora aperto a tutti

L’ adozione dello smart working serve a consentire il proseguimento dell’attività lavorativa anche in presenza di limitazioni agli spostamenti e chiusura delle attività (pubbliche e private). In questa situazione, la Regione Veneto, in accordo con l’Emilia-Romagna, ha deciso di rendere disponibile per tutti il kit di riuso sullo Smart Working elaborato nell’ambito del progetto VeLA (Veloce Leggero Agile)

Scarica il kit per l’adozione dello smartworking

  • La scuola continua – progetto Copernicani e Ilaria Capua

#LaScuolaContinua, nato in risposta alla call del Ministero dell’Istruzione per la crisi Covid-19, è il progetto a cui hanno aderito Cisco, Google, IBM, TIM e WeSchool per supportare in modo congiunto le community del sistema scolastico durante l’emergenza scuole chiuse. L’obiettivo è contribuire a far proseguire l’attività didattica grazie agli strumenti digitali e scongiurare il rischio che milioni di ragazzi perdano scuola per un periodo indefinito, minacciando l’esito dell’anno scolastico.

Il progetto è ideato da Ilaria Capua e promosso dall’Associazione Copernicani con il supporto metodologico del Centro Studi Impara Digitale.

Vai alla piattaforma

Conclusioni

Ci auguriamo di aver fornito alcune informazioni utili per affrontare questa nuova situazione, consapevolidella delicatezza del momento abbiamo fatto riferimento esclusivamente a fonti istituzionali o comunque autorevoli.