Blog - Ultime notizie
Rivalutazione partecipazioni 2024 La redazione ed il giuramento della perizia di stima entro il 30 giugno 2024.

Rivalutazione partecipazioni 2024

Rivalutazione partecipazioni 2024

La redazione ed il giuramento della perizia di stima entro il 30 giugno 2024.

La manovra di bilancio è legge. Nella seduta di venerdì 29 dicembre la Camera dei deputati con 200 voti favorevoli e 112 contrari ha approvato in via definitiva il disegno di legge “Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2024 e bilancio pluriennale per il triennio 2024-2026”. Il testo finale del provvedimento era originariamente suddiviso in 109 articoli, risulta ora composto da un unico articolo e recepisce, senza modifiche, il testo proposto dai relatori di Palazzo Madama.
Nella sintesi che segue sono riepilogati, in pillole, gli interventi in materia di rivalutazione fiscale delle partecipazioni presenti nell’articolo 1 della legge di bilancio 2024, la n. 213/2023, con evidenza dei relativi commi.

Rivalutazione fiscale partecipazioni 2024. La redazione ed il giuramento della perizia di stima entro il 30 giugno 2024. Condividi il Tweet

Rivalutazione fiscale delle partecipazioni articolo 1 Commi 52 e 53 della legge n. 213/2023 – Legge di bilancio 2024

La legge di bilancio prevede che le disposizioni sulla rideterminazione del valore di acquisto delle partecipazioni, si applicano anche per la rideterminazione dei valori di acquisto delle partecipazioni negoziate e non negoziate in mercati regolamentati o in sistemi multilaterali di negoziazione posseduti alla data del 1° gennaio 2024.

Le imposte sostitutive, inoltre, possono essere rateizzate fino ad un massimo di tre rate annuali di pari importo, a decorrere dalla data del 30 giugno 2024; sull’importo delle rate successive alla prima sono dovuti gli interessi nella misura del 3% annuo, da versarsi contestualmente.

La redazione ed il giuramento della perizia di stima devono essere effettuati entro la data del 30 giugno 2024.

La legge prevede, poi, che agli effetti della determinazione delle plusvalenze e minusvalenze, per i titoli, le quote o i diritti negoziati nei mercati regolamentati o nei sistemi multilaterali di negoziazione, posseduti alla data del 1° gennaio 2024, può essere assunto, in luogo del costo o valore di acquisto, il valore normale con riferimento al mese di dicembre 2023.

Infine, sui valori di acquisto delle partecipazioni negoziate e non negoziate in mercati regolamentati o in sistemi multilaterali di negoziazione rideterminati con le modalità e nei termini di cui sopra, le aliquote delle imposte sostitutive sono pari entrambe al 16% (invece che al 4% per le partecipazioni qualificate ed al 2% per le partecipazioni non qualificate).

Per approfondire

Manovra finanziaria per il 2024, via libera alla legge di bilancio