Blog - Ultime notizie
E' più utile un Consulente o un Advisor? Un tema da approfondire ed un cambiamento culturale da affrontare.

E’ più utile un Consulente o un Advisor?

E’ più utile un Consulente o un Advisor?

Un tema da approfondire ed un cambiamento culturale da affrontare.

“Per l’azienda familiare, è più utile un Consulente o un Advisor?” Con questa è la domanda il Prof. De Luca in un breve commento su Linkedin invita gli imprenditori a riflettere.

I consulenti sono ideali per risolvere problemi operativi o fornire competenze specifiche in progetti a breve termine. Gli advisor, invece, offrono guida strategica, gestiscono relazioni con gli stakeholder e supportano transizioni significative. Molte aziende beneficiano di un approccio combinato, dove gli advisor delineano la strategia e i consulenti implementano aspetti operativi. La decisione finale dovrebbe essere guidata dalle necessità aziendali e dalle sfide da affrontare.

Il tema è ampio e tutt’altro che banale ed apre ad un momento di confronto anche a noi professionisti storicamente a cavallo tra le due figure. A volte basta una scintilla per ravvivare la brace che cova sotto la cenere. Il nostro Studio sposa da sempre l’approccio combinato ed abbiamo lavorato sodo per coltivare le competenze necessarie. Esplicitare ruoli e visione può accelerare l’implementazione della strategia e semplificare la comunicazione con il cliente. 

Mentre rifletto ed appunto qualche riflessione nel mio ideale zibaldone, lascio all’intelligenza artificiale introdurre il tema che poi toccherà a noi approfondire facendone ampia sintesi accompagnata da un utile ed operativo to do, perché ci è ben chiaro che all’imprenditore interessano più le soluzioni che le definizioni.

La scelta tra un consulente e un advisor per un’azienda può variare notevolmente a seconda delle specifiche esigenze e della fase di sviluppo in cui si trova l’impresa. Tuttavia, per comprendere a fondo quale figura professionale possa risultare più utile, è essenziale prima delineare chiaramente i ruoli e le competenze di ciascuno.

E' più utile un Consulente o un Advisor? Un tema da approfondire ed un cambiamento culturale da affrontare. Condividi il Tweet Perchè ci è ben chiaro che all'imprenditore interessano più le soluzioni che le definizioni Condividi il Tweet

Definizione di Consulente e Advisor

  1. Consulente: Si tratta di un professionista che offre competenze specifiche in un determinato settore o pratica. I consulenti spesso entrano in gioco per risolvere problemi specifici, migliorare processi o implementare sistemi in aree come la finanza, il marketing, l’organizzazione aziendale o la tecnologia. L’approccio è generalmente tattico e focalizzato su problemi immediati o a breve termine.
  2. Advisor (Consigliere): Questa figura ha un ruolo più strategico e si concentra sulla visione a lungo termine dell’azienda. Gli advisor sono spesso coinvolti nella pianificazione strategica, nel sostegno alla governance aziendale, nella preparazione alla successione e nella gestione delle dinamiche familiari complesse. Loro lavorano a stretto contatto con la direzione per guidare l’azienda attraverso transizioni significative e decisioni che influenzano il futuro dell’organizzazione.

Consulente: Esperto Tattico e Operativo

Quando può essere utile un consulente?

  1. Problematiche Specifiche: Se l’azienda affronta sfide tecniche o ha bisogno di competenze specialistiche per risolvere problemi operativi o migliorare processi specifici, un consulente può offrire l’expertise necessaria per soluzioni rapide ed efficaci.
  2. Progetti Definiti: Per iniziative con obiettivi chiari e termini definiti, come l’implementazione di un nuovo sistema IT o l’integrazione post-fusione, i consulenti sono ideali per guidare l’azienda attraverso il processo con precisione e professionalità.
  3. Formazione e Implementazione: I consulenti possono anche essere utili per formare il personale su nuove tecnologie o pratiche operative, assicurando che l’azienda rimanga competitiva e all’avanguardia nel suo settore.

Advisor: Stratega e Visionario a Lungo Termine

Quando può essere utile un advisor?

  1. Pianificazione Strategica: Gli advisor sono essenziali quando un’azienda necessita di orientamento nella definizione della sua direzione a lungo termine, comprese le decisioni su crescita, espansione internazionale, e strategie di investimento.
  2. Gestione delle Stakeholder Relations: In aziende con una varietà di interessi degli stakeholder, compresi investitori e consigli di amministrazione, gli advisor possono fornire consulenza sulla migliore gestione delle relazioni e sulla comunicazione efficace.
  3. Cambiamenti Significativi: Gli advisor possono guidare le aziende attraverso transizioni significative, come cambiamenti nella proprietà, ristrutturazioni aziendali, o transizioni generazionali, garantendo che queste evoluzioni siano allineate con gli obiettivi a lungo termine dell’azienda.

Esempi concreti

Considerazioni per un’Azienda Familiare

Le aziende familiari presentano sfide uniche a causa della sovrapposizione tra proprietà, famiglia e gestione aziendale. Di seguito sono elencate alcune situazioni tipiche e quale figura potrebbe essere più appropriata:

  • Successione e Pianificazione Patrimoniale: Un advisor può essere particolarmente utile nelle aziende familiari per navigare la complessità della pianificazione della successione. Un advisor può aiutare a garantire che le transizioni di leadership siano fluide e che la visione a lungo termine dell’azienda rimanga chiara.
  • Risoluzione di Conflitti Specifici: Un consulente può essere prezioso quando si presentano problemi specifici che richiedono competenze tecniche, come l’implementazione di nuovi sistemi IT o l’ottimizzazione di processi produttivi.
  • Crescita e Espansione: Un advisor può offrire una guida strategica nell’esplorazione di nuove opportunità di mercato o nell’introduzione di investitori esterni, mantenendo al contempo l’allineamento con gli obiettivi a lungo termine della famiglia e dell’azienda.
  • Gestione Quotidiana e Operativa: Un consulente può essere chiamato a fornire expertise operativa per migliorare l’efficienza quotidiana dell’azienda.

Vantaggi di un Advisor per un’Azienda Dinamica e Innovativa

  1. Guida Strategica: Gli advisor sono particolarmente preziosi per le aziende in crescita che necessitano di una visione chiara e di una direzione strategica. Possono offrire una prospettiva esterna cruciale e guidare l’alta direzione nelle decisioni che hanno impatti a lungo termine.
  2. Gestione delle Relazioni con gli Investitori: Un advisor può svolgere un ruolo chiave nel gestire le relazioni con i soci e gli investitori, assicurando che le comunicazioni siano efficaci e che gli interessi degli stakeholder siano allineati con quelli dell’azienda.
  3. Preparazione a Eventi di Mercato Significativi: Per le aziende con il capitale aperto, gli advisor possono fornire supporto in preparazione a IPO, fusioni, acquisizioni o altre operazioni straordinarie, valutando strategie e potenziali impatti sul business.

Vantaggi di un Consulente per un’Azienda Dinamica e Innovativa

  1. Espertise Tecnica Specifica: I consulenti sono estremamente utili quando l’azienda necessita di competenze specifiche non presenti internamente, come l’implementazione di tecnologie avanzate, lo sviluppo di nuovi prodotti, o l’ottimizzazione dei processi.
  2. Supporto Operativo Temporaneo: Per progetti o problemi che richiedono una soluzione intensiva ma temporanea, un consulente può essere la scelta ideale, permettendo all’azienda di beneficiare di alta competenza senza l’impegno a lungo termine.
  3. Formazione e Sviluppo delle Competenze: I consulenti possono anche essere utili per formare il personale esistente su nuove tecnologie, metodologie o pratiche di business.

Scenario di Utilizzo Combinato

Molte aziende beneficiano di una combinazione sinergica di consulenti e advisor. Un advisor può delineare una strategia di lungo termine mentre i consulenti possono essere incaricati di implementare specifici aspetti di quella strategia su base progettuale o operativa. Questo approccio integrato assicura che l’azienda non solo pianifichi con successo per il futuro ma anche attui efficacemente queste strategie nel presente.

Conclusione

Non esiste una risposta univoca a quale figura professionale sia più utile in assoluto; la scelta dipende dalle necessità specifiche dell’azienda e dalle sfide che intende affrontare. Considerare una valutazione attenta delle esigenze aziendali e delle capacità di ciascuna figura professionale aiuterà a determinare la scelta più appropriata, assicurando che l’azienda riceva il supporto adeguato per prosperare sia nel breve che nel lungo termine.

Panato | Dottori Commercialisti è una boutique indipendente di consulenza tributaria e societaria che aiuta le imprese a governare e accelerare la crescita, grazie a competenze maturate negli ambiti della valutazione d’azienda e della pianificazione fiscale.

I nostri clienti sono PMI e gruppi di imprese dinamiche che sanno cogliere la sfida del cambiamento e contribuire alla crescita, anche culturale, del sistema economico. Operano prevalentemente nei settori dell’industria e dei servizi innovativi ad alto valore aggiunto.

Siamo un interlocutore riconosciuto del mondo dell’innovazione e supportiamo imprese, anche quotate, nei momenti di cambiamento strategico (ingresso nuovi investitori, ridefinizione del modello di business, operazioni straordinarie, M&A, risanamento, ecc) e familiare (passaggio generazionale). Le competenze acquisite nei diversi ambiti delle operazioni straordinarie ci consentono di affrontare le operazioni di risanamento valutandone appieno la complessità e la sostenibilità di lungo periodo.

Il nostro è un ambiente giovane, dinamico ed ottimista con molte occasioni per crescere, imparare, fare esperienza e avere un grande impatto. Per garantire l’alta qualità dei nostri servizi, affianchiamo all’attività professionale quella editoriale ed accademica.

Link: https://www.studiopanato.it