Erano solo difficoltà da superare

Erano solo difficoltà da superare

Erano solo difficoltà da superare

Si corre, si corre, si corre… il periodo è dei più intensi e faticosi. Eppure è sempre così, sotto pressione, quando tutto appare in salita, accadono piccole cose che riportano il sorriso e che in qualche modo mettono ordine.

Un amico che ti propone una nuova avventura professionale da fare insieme. Ed un altro ancora da incontrare a breve….

L’ipotesi appena accennata ma subito raccolta di un nuovo progetto di ricerca per il Centro Studi (bellissimo, vedrete! Sulle difficoltà incontrate durante la perizia e sulla tutela legale dell’ esperto valutatore).

Le caselle delle partnership di Studio Panato che si stanno ormai riempiendo (di amici) dando sempre più forma al progetto 1849.

E questa mattina scoprire quasi per caso di essere stato citato da un amico straordinario nel libro in cui riassume il suo percorso imprenditoriale e la storia della sua famiglia. E commuoversi un pò rivedendosi anni fa in Brera sotto casa nostra mentre espone nel fuori salone e ci racconta che lui e la moglie aspettano un figlio.

E l’incursione inaspettata di poco fa. Il dono di un libro:

“Erano solo difficoltà da superare, ho letto il titolo ed ho subito pensato a te”.

Un oggetto strano edito dai Fratelli Bonvini: dodici scatti tratti dal menabò che lo storico Paolo Colombo e l’artista Michele Tranquillini hanno creato per raccogliere i momenti salienti dell’avventura dell’esploratore britannico di origine irlandese Sir Ernest Henry Shackleton. L’eroe che sconfisse l’Antartide…  e che trovate citato nella home del nostro sito.

Il pensiero di un amico che ha la capacità di farmi sorridere anche quando il mare è agitato (perchè quelli bravi sono cosi).

Sogni, progetti, storie, libri e teatro. Perché in fondo ognuno ha tanta storia.

Insomma la colonna sonora di questi giorni potrebbe scriverla Baldan Bembo (Cit. per intenditori un po’ datati ;-).